Translate

Paris y le Champs Elysee

PARIS Y LE CHAMPS ELYSEE
Levata mattiniera poco prima del sorgere dell alba.Punto di ritrovo aereoporto di Catania.Partenza con volo diretto per Parigi.@rribo e zistemazion in albergo.
Lungo week end.
Francia.La Provenza fra colori fiori ed angoli di charme ♥cliccare♥.

Albergo maestoso e di raffinata eleganza il Pullman Paris Bercie Non proprio nel centro di Parigi.Situato nel Bercie Village in Court Sant Emilion ben servito da metro'(Le Gare) e da taxi a tutte le ore del giorno.Quartiere TRANQUILLO ed elegante nel suo piccolo con qualche Bistrot.L errore che spesso si fa e' di cercar ogni sera un posto tipico dove cenare quando invece ALMENO una sera e' d obbligo concedersi una cenetta di charme e di raffinata eleganza in HOTEL soprattutto se avete scelto un "signor albergo".
Si comincia allo strillare de la sveglia mattutina la levata per la corsa verso la metropolitana per la visita al Louvre anche se gia la sera prima abbiam visitato la Tour Eiffel salendo fin all ultimo piano con ascensore panoramico sospeso QUASI nel vuoto(ci voleva proprio ...guarda!!).Temperatura quasi polare anche se siam a Pariggie e figurarsi lassu' in su la vetta de la Eiffel bardati come pinguini e congelati come pupazzi di neve.Anche le sinapsi cerebellari si son ibernate e son cominciati gli sproloqui vari e variegati!!.
Al mattino lunga fila davanti al Louvre per vedere...LA GIOCONDA.Ma non solo...OVVIO!!.E comincia questa lunga e veloce camminata che ci porta da una sala all altra con immensi corridoi e alcuni grandi saloni.Dir che ci si "ubriaca" non rende abbastanza.Finalmente si arriva a la sale de la Gioconda...un piccolo dipinto circondato da una folla di gente che fa entra ed esci spingendo e sgomitando da la piccola stanza di esposizione (Scusi ma quella sarebbe la Gioconda?...Si.Ci si aspettava molto di piu'.) Ci si trova dinanzi ad un piccolo dipinto formato striminsito quando sappiam che il dipinto de La Gioconda ha dimensioni tutt altro che piccole.Chissa dove sara' l originale!! Perdersi al Louvre e' piuttosto normale causa la gran confusione la stanchezza ed il brusio continuo.Punto di ritrovo lo shop-bar al piano terra che vende posters stampe e piccoli ninnoli che riproducono il Louvre dove finalmente ci si puo sedere per riprendersi .
Fila interminabile (sembra la Romania ai tempi di Ciauciescu)di oltre e piu di cento metri sotto la pioggia davanti al Museo d Orsay che decidiam di saltare.Parigi e'piena di gente di colore (cosi come sappiam essere @nche Torino Firenze Bologna Verona Perugia Milano ) messa a lavorare agli ingressi dei punti principali di attrazione turistica e di monumenti oltre che dei Musei e a la guida dei taxi dei tram e de la metro e ai controlli de gli aereoporti.Pare che preferiscan utilizzar per certi tipi di lavoro la gente di colore per" scongiurare" o prevenire gli attentati terroristici (che comunque avvengono lo stesso)e pare che codesti GESTISCAN a proprio modo  rallentando notevolmente la macchina turistica.!!.STRANO!!.Ci si fa sapere che la gente di colore ha rimpiazzato molti italiani che arrivavan da ogni zona dell Italia e che avevan creato NON pochi disagi di vario genere e natura.
E continuando ne le giornate a disposizione optiamo per una visita a Montmartre il famoso quartiere de gli artisti ritrattisti disegnatori pittori scultori di Parigi diventato oggi molto turistico e commerciale nel suo genere pittoresco ed un po' grossolano.L Opera'splendido Teatro parigino che siam costretti a visitare solo in parte.Splendido l affresco di Degaus su la volta del soffitto che contiene il maestoso lampadario in cristallo.
LUNGA passegiata per arrivar ai Giardini di Luxemburg Attraversamento e visita dall esterno ad una de le residenze reali  un tempo ritrovo per le sontuose feste parigine con grande parco .La temperatura quasi sotto lo zero ci ha stremato.Ci dirigiam velocemente verso un Bistrot in zona dove ci rifocilljamo con varie pietanze calde fra cui le omelettes le french fries le soup d onions le crepes au chocolate y au grand marnier e le molleaux au chocolate per non ASSIDERARCI!! GIUREREI di conoscer i gestori del Bistrot ex tenutari di una piccola videoteca "scomparsi" improvvisamente da la zona da cui proveniamo.Ma... un Bistrot di quel genere e in quella zona di Parigi vicino ai Giardini di Lussemburgo costa ed anche parecchio cosi come costa una CIFRA mantenerlo e gestirlo!!.$on codesti o saran i sosia?? E poi guarda che strana coincidenza!! Mah...lasciamo le risposte dei nostri dubbi a CHI ne sa di piu'.!!
Ed ecco la notte di San Silvestro che ci vede dopo rocambolesca corsa verso e dalla metropolitana(impossibile far uso di un taxi causa bloxco de le strade in zona fin dopo la mezzanotte) in su gli  Champs Elysee dove a lo scoccare de la mezzanotte comingia il giuogo dei fuochi d'@rtificio ed il brindisi con lo spumante..Non possiam perder il giro su le bateaux -mouches in notturna lungo la Senna con spettacolare illuminazione dei vari monumenti e attrazioni di Parigi.Notre Dame ci aspetta il giorno seguente stranamente senza fila eccessiva($olo poco piu di una mezzorata) dove pero' non riusciam a far chiacchiera con il GOBBO!!.Peccato...torneremo dai suvvia.Non abbiam tralasciato neanche la visita veloce a le Sacre Cour dopo faticosa scalinata (ci mancava).E non puo mancare una cenetta da Chez Clement in Boulevard Gouvion localino a due piani molto accogliente e di buon gusto stile un po vintage in legno pizzi e merletti con comode panche-divanetti rivestite in stoffa e con pentolame e mestolame in rame appesi qua e la e con pietanze ben presentate.Una cena anche all Orangerie ristorantino assai rinomato e tipico con cucina francese nel cuore di Parigi.Si da anche una breve e veloce sbirciata ad uno degli storici ristoranti parigini Le Coupole  in Boulevard Montparnasse un tempo il piu lussuoso e il piu rinomato de la capitale francese.Pare che ancora mantenga la tradizione.In zona altro ristorante famoso Le Rotonde con i tipici tavolini lungo il viale.
Insomma abbiam battuto in velocita'anche Mennea ed il Big Ben di Londra pero'non manca quel commento di troppo che risveglia l istinto irascibile di ciascuno...(pero' dai potevam vedere di piu se tu non ti fossi fermat a pranzare al Bistrot..."ne'").Eh beh SAIA... ha poca pazienz!!.
Veloce passegiata lungo la Senna fra bancarelle di rigattieri e pittori improvvisati.Qualche interessante libro da collezione.Sbirciata veloce a la Sorbonne...un po deludente!!
Dimenticavo SIA MAI  (@ltrimenti al ritorno in patria di non si sa chi  ci aspetta la ghigliottina come Maria @ntonjetta  se non si supera l esame post vacanza o meglio l interrogatorio...) il grande  e scenografico magazzino  La Fayette con un maestoso albero di Natale che corre in altezza lungo i piani .Alcuni settori dedicati a la cura del corpo fra creme  profumi e trucchi con le piu prestigiose marche francesi di cosmesi  dermocosmesi e maquillage.Mi sorge un dubbio "blasfemo"...che Dodi fosse un po...come dire...alternativo?? Ma e' lecito pensar cio' oppure si scatena un putiferio di gentaglia come nel caso de la pubblicazione di alcuni fumetti per altro sembra alquanto piacevoli a la lettura che "infastidirono"una certa cerchia di musulmani!! $iam in un era dove nonostante grande sviluppo e progresso ci si trova ancora a fare i conti  con GENTAGLIA per  motivi di sesso omosessualita e liberta di espressione e pensiero.Grandi interessi? Ma per chi.!!
Sorpresa in aereoporto poco prima di sbrigare le pratiche per il ceck-in dove si arriva in grande ritardo a pochi minuti da la partenza del volo causa un disguido creato da alcuni personaggi collegati all Agenzia di viaggi e al Tour Operator.Indi veniamo allontanati verso l esterno causa un bagaglio sospetto lasciaito davanti ai box de le hostess di terra che viene fatto deflagare da gli artificieri.Ritardo sui voli di parecchie ore perquisizioni minuziose su tutti i passegeri e via vai continuo di soldatesse in abiti militari e gendermarie.Durante le lunghe ore di "bivacco"in aereoporto veniamo rifocillati con un pasto freddo take-@way.
Saremo costretti a prendere l ultimo volo de la giornata  per Catania in partenza da Parigi.

Contrattempi che non dovrebbero esistere quando si fanno certi viaggi ben pagati con Tour Operator professionali e rinomati.
Non si e ne in gita scolastica ne in viaggio di pellegrinaggio religioso ne tanto meno in raduno sportivo di atleti.
 In tal caso ci si puo rivolgere a la guardia di finanza o direttamente al tour operator per un rimborso economico.

Parigi arte.CentroPompidou.★cliccare★



★★★★★★★
...Mancata una cena al famoso e rinomato  Le Cinq  che ci vedra'tornar a Parigi per visitare BENE la citta' sperando di trovare un organizzazione migliore e in una stagione piu tiepida.
Non manchera la visita all interessante Museo d'Orsay e al famoso centro d 'arte Pompidour.
E lasciate del tempo per visitare Le Marais un quartiere ebraico  parigino molto chiaccherato e trendy meta ambita da gli omosessuali e non solo dove pare si trovi il Museo Picasso si spera  con opere originali del famoso pittore.
Durante le vacanze tutte le citta "perdono " i loro abitanti e chi va in certe capitali europee incontra solo turisti e lavoranti occasionali.Come dire....le citta' lasciate "in balia di se stesse".
★★★★★